fotonew

Sono una psicologa clinica, specializzata in terapia familiare e sistemico-relazionale a Roma presso il Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale, diretto dal Prof. Luigi Cancrini. Dal 2005 sono iscritta all’Ordine degli Psicologi del Lazio con il numero 13176.

Il mio percorso formativo è iniziato all’Università degli Studi di Urbino. Mi sono laureata nel 2003 discutendo la tesi “La gestione del demente: dinamiche familiari e rapporto con i servizi” con il Prof. Carlo Angelo Cristini, esperto in psicologia gerontologica.

Dopo la laurea ho svolto un tirocinio presso il Ser. T. di Foligno, la mia città natale. Per un anno ho “vissuto” a fianco di diverse figure professionali: medici, assistenti sociali, psicologi, psichiatri, personale della sicurezza. Persone che giorno dopo giorno curano i tossicodipendenti e sostengono le loro famiglie. In questo periodo mi sono anche occupata delle “nuove dipendenze”: gioco d’azzardo, internet addiction e shopping compulsivo.

E’ lì che ho conosciuto il Dott. Nanni Di Cesare, supervisore dell’équipe di lavoro. Grazie ai suoi interventi ho conosciuto la psicoterapia familiare e autori come Bateson, Watzlavick, Mara Selvini Palazzoli, Milton Erickson.

Sono orgogliosa di questa scelta che mi ha portata negli anni a conoscere, nei servizi pubblici e nel mio studio privato, diverse persone, ognuna con la sua  storia familiare, sempre interessante.

L’incontro con le persone mi dà sempre tanto e i racconti delle storie personali e familiari mi arricchiscono seduta dopo seduta. Al termine di ogni percorso terapeutico sento di avere qualcosa in più nel mio bagaglio personale e lavorativo.

Mi occupo di:

– problemi di coppia, familiari ed interpersonali;

– difficoltà genitoriali nell’educazione dei figli;

– disagio psicologico (depressione, ansia, ossessioni e fobie, disagi legati alla perdita di autostima e difficoltà nella gestione della rabbia) o di disturbi fisici legati a stati mentali psicosomatici (stanchezza cronica, disturbi gastrointestinali, emicrania, disturbi del sonno);

– dipendenza affettiva, dipendenza da internet, dipendenza da sostanze alcoliche e/o stupefacenti e di disturbi alimentari (anoressia, bulimia, obesità);

– rielaborazione esperienze traumatiche (incidenti, operazioni, lutti, disastri vissuti direttamente o indirettamente, abusi, divorzio-separazione);

– supporto nelle sfasi di ciclo di vita in cui ci si sente confusi (es. scelte scolastiche, lavorative, di coppia, amicali, di matrimonio, di maternità/paternità o pensieri di aborto, di fuga).