E’ auspicabile consultare uno psicologo se:

–           stai vivendo da almeno tre mesi una condizione di sofferenza psichica e /o emotiva, caratterizzata da stati emotivi persistenti come angoscia, ansia, paura, tristezza, rabbia, insofferenza verso sé o altri, senso di oppressione;

–           se senti che il tuo benessere è fortemente compromesso;

–           ti sembra di agire in maniera insolita e di chiuderti in te stesso, se senti di perdere il controllo di te stesso e del tuo corpo;

–           stai trascurando il lavoro o gli studi, gli impegni abituali e le responsabilità quotidiane.

 

Spesso, in concomitanza delle situazione descritte, possono insorgere sintomi fisici quali insonnia persistente, inappetenza, malessere generale e debolezza, incapacità di concentrazione, tachicardia e tremori, emicranie.

Capisci che ha bisogno di uno psicologo anche quando:

–           ti senti “in crisi” e non riesci a stabilire la causa di questa sofferenza;

–           vivi il tuo rapporto di coppia come insoddisfacente e non sai cosa fare per cambiare la situazione;

–           – la tua vita professionale è motivo di angoscia, o si attraversa una fase di blocco nello studio;

–           – la quotidianità è fatta di angoscia, tristezza, rabbia, pensieri ossessivi e comportamenti aggressivi verso se stessi o verso gli altri.